Il nostro chef Nicola

    Sul ponte di comando della “Trattoria Alla Scala”, ovvero subito dietro i fornelli, c’è lo Chef Nicola Ranieri, motore e anima del ristorante. Classe 1959, barese di nascita ma veneziano d’adozione, Nicola ha alle spalle una storia fatta di estro, creatività e di una sincera passione per la cucina e la gastronomia. Ma la sua professionalità non è frutto di improvvisazione. Tutt’altro. Dopo aver rubato i segreti della cucina pugliese lavorando in alcuni dei migliori ristoranti di Bari (tra cui "La pignatta", "Marco Aurelio" e "La vecchia Bari"), si sposta, viaggia e sperimenta. Entra in contatto con la cucina ibrida e cosmopolita di località turistiche come Cortina d’Ampezzo e il Lago Maggiore, spingendosi poi all’estero, in quel di Zurigo, per aprirsi al respiro della cucina internazionale, della quale diverrà presto attento interprete.
Dal 1990 gestisce per alcuni anni il ristorante "Torre Gaia" di Bari, un'esperienza che gli consentirà di godere di un più diretto contatto con il cliente e di mettersi alla prova con le mille abilità richieste dal mondo della ristorazione. Quindi Chef Ranieri approda al ristorante "Trattoria Alla Scala", e lì getta l’ancora. Per uno chef esperto di cucina italiana e internazionale, l’incontro con la pittoresca cucina veneta si rivela addirittura un amore prima vista. Un amore che Nicola cura e alimenta giorno per giorno, per oltre vent’anni, studiandone ogni sfumatura, ogni ingrediente, ogni ricetta. Nicola ama la cucina veneta (e quella veneziana in particolare), e la conosce ormai a tal punto da potersi permettere di aggiungervi un proprio tocco personale, rivisitandone e interpretandone i sapori, pur senza mai abbandonare il solco della più rigorosa tradizione. Perché, per Chef Ranieri, la tradizione regionale è sacra. E i nostri clienti ne sono i primi testimoni.